MEDICINA ESTETICA

Servizi Medicina Estetica

Previa consulenza medico-estetica finalizzata alla diagnosi degli inestetismi di viso e corpo e alla formalizzazione del protocollo medico ideale a risolverli, il nostro studio propone:

Trattamenti Corpo

  • Carbossiterapia
  • Intralipoterapia (vitamina C, Ferro, Pasconeural)
  • Mesoterapia (viso e corpo)
  • Trattamento iperidrosi
  • Epilazione laser diodo 808

Trattamenti Viso

  • Biorivitalizzazione (acido ialuronico/vitamine/cocktail personalizzati)
  • Botulino (donna/uomo)
  • Fili di trazione o biostimolazione (lifting non chirurgico)
  • Filler labbra
  • Filler rughe
  • Peeling chimico

L’esperto risponde alle vostre domande più frequenti

E’ la terapia più indicata per le rughe orizzontali e verticali della fronte  e delle rughe perioculari dette anche  “zampe di gallina”. Inoltre trova indicazione per il trattamento dell’ iperidrosi ascellare e palmare.
Modifica l’espressione dello sguardo? Assolutamente no
Quanto dura l’effetto? 4-6 mesi
Che differenza c’è con il filler? Il filler è riempitivo e aumenta il volume mentre la tossina botulinica distende le rughe di espressione.

E’ un trattamento mirato a migliorare i segni dell’invecchiamento cutaneo sia del viso che del corpo. Vengono utilizzate  tecniche iniettive con micro iniezioni oppure non iniettive mediante applicazione con massaggio del principio attivo utilizzato . Per queste ultime utilizzo il TMC.
Per quelle iniettive utilizzo frammenti di ac. Ialuronico associato ad antiossidanti,  vitamine, aminoacidi, ac. Polidesossiribonucleico, silicio organico, glucosamina, DMAE, oppure utilizzo il Prophilo che è un prodotto IBSA a base di due ac. Ialuronici  liberi a basso ed alto peso molecolare ad  alto potere idratante.
E’ doloroso? E’ appena percettibile , poiché  l’ago è sottilissimo, meno di un capello e lungo 4mm.
Possono comparire ematomi? Molto raramente e nel caso la durata è di pochi giorni
Possono dare allergie? Occorre fare sempre un’anamnesi accurata e se c’è qualche dubbio si utilizza solo ac. Ialuronico al quale nessuno è di sicuro allergico perché è presente nel nostro organismo

corregge le rughe superficiali e profonde con un’azione volumizzante ad effetto naturale.
Utilizzo  ac. Ialuronico  cross-linkato di diversa viscosità per la correzione di labbra, pieghe naso-labiali, guance, naso (rinoplastica non chirurgica), rughe della marionetta, zigomi, profilo mandibolare e mento.
E’ molto evidente? Dipende dalla quantità di prodotto utilizzata. Per questo motivo è meglio eseguire il trattamento in almeno due sedute a distanza di 15 giorni per avere un risultato più naturale.
Si possono formare ematomi? Sì, è più facile rispetto ad una bio-stimolazione. Si può ovviare a questo effetto non proprio gradevole, utilizzando
una cannula al posto dell’ago.
Ci sono controindicazioni? Il trattamento non va effettuato in presenza di erpes o acne e rosacea attivi o durante la gravidanza o l’allattamento.

Sono dei fili in polidiossanone che inseriti all’interno di un ago, vengono posizionati nel sottocutaneo e rilasciati al momento della fuoriuscita dell’ago stesso. Sono bio-compatibili e riassorbibili. Hanno sia una funzione di sostegno che di biostimolazione determinando un soft face lifting  ed un soft body lifting.
Determinano una trazione sui tessuti come un lifting chirurgico? No, è un effetto di soft lifting nel senso che hanno funzione di sostegno, distensione e danno compattezza ai tessuti.
Quanto dura il risultato? Dopo il primo trattamento se ne consiglia un secondo a  6 mesi.
La durata è di 12/18 mesi a seconda dei casi. Resta comunque una biostimolazione della cute.
Si possono fare ematomi? Sì, come per i filler ma scompaiono comunque in pochi giorni.

E’ una forma accelerata e controllata di esfoliazione, indotta dall’uso di sostanze chimiche applicate sulla pelle.
Questa esfoliazione può essere più o meno profonda in base al tipo di acido utilizzato. Ci sono diversi tipi di peeling ma io preferisco utilizzare l’ac. Salicilico al 30%, l’ac. Mandelico al 50% e la soluzione di Jessner.
Acido Salicilico: utilizzato nell’ invecchiamento cutaneo, per l’acne e pelli grasse. Il protocollo prevede 1 seduta ogni 2-3 settimane per 4-6 settimane.
Acido Mandelico: utilizzato tutto l’anno è consigliato in caso di macchie, acne e dermatite seborroica. Il protocollo prevede 1 seduta ogni 2-3 settimane per 4-6 settimane.
Soluzione di Jessner: è un associazione di resorcina, acido salicilico ed acido lattico, indicata per acne e dermatite seborroica. Il protocollo è lo stesso dei precedenti.
Dopo la seduta il viso appare molto arrossato? dipende dal tipo di acido utilizzato . Comunque l’arrossamento è momentaneo e va via dopo circa mezz’ora.
Ci si può truccare subito dopo?  Si può applicare un leggero trucco.
C’è una esfoliazione del viso evidente dopo il trattamento? A seconda del tipo di peeling utilizzato ci può essere un esfoliazione più o meno evidente della durata massima di qualche giorno.
Si può prendere il sole subito dopo? Per circa una settimana dopo il trattamento bisogna evitare l’esposizione al sole e le lampade UVA e UVB ed è consigliato l’utilizzo di una protezione solare.

E’ un approccio non chirurgico alla rinoplastica  e riguarda soprattutto le piccole anomalie del naso non associate a problemi funzionali ma puramente estetici migliorando sia il profilo che eventuali asimmetrie frontali. Si utilizza ac. Ialuronico e se necessario viene utilizzata anche la tossina botulinica.
E’ dolorosa? No, viene fatta una piccola anestesia sulla punta perché è la parte più  sensibile di tutto il naso.
Quando è visibile il risultato e quanto dura l’effetto? Il risultato è immediato, anche se io consiglio un eventuale ritocco dopo 15 giorni e la durata è superiore ad un anno.
Possono comparire ematomi? E’ molto raro.
Si devono adottare raccomandazioni particolari? Assolutamente no, si può tornare regolarmente a svolgere ogni attività abituale.

Consiste nell’iniettare, con aghi molto piccoli, farmaci ad azione anti-infiammatoria, vascolare, anti cellulite e biorivitalizzante.
E’ dolorosa? Dipende dalla persona in quanto gli aghi utilizzati sono sottili come un capello e lunghi da 4 a 6 mm.
Quante sedute vanno fatte? Dipende da caso a caso. In media 1 a settimana per 4 settimane per poi continuare con una seduta al mese di mantenimento.
Possono comparire ematomi? Molto raramente e nel caso la durata è di pochi giorni

E’ simile alla mesoterapia con l’utilizzo di sostanze lipolitiche.  Le indicazioni sono le adiposità localizzate e specialmente quelle parti del corpo che dopo un dimagramento rimangono particolarmente in evidenza.
E’ dolorosa?  No, se necessario viene fatta una leggera anestesia sulla zona da trattare.
Si può andare in palestra subito dopo? E’ preferibile aspettare 24 ore, perché la parte trattata può risultare indolenzita.
Vengono degli ematomi? Sì ma di una durata massima di una settimana.

E’ un trattamento che consente la riduzione del grasso localizzato.
Il trattamento è indolore e permette di riprendere subito le attività quotidiane. E’ possibile trattare solo piccole aree per volta e sono pertanto necessarie più sedute. Il meccanismo d’azione è basato su un principio termico, secondo il quale, il grasso si riduce se congelato: gli adipociti essendo sensibili al freddo sono sottoposti ad un processo di cristallizzazione a cui segue una lisi spontanea, lenta e graduale (apoptosi). I risultati sono visibili dopo circa 2 mesi ed il trattamento sulla stessa sede può essere ripetuto nel caso non si fosse raggiunto il risultato definitivo.
Per ogni seduta si perde massimo il 20% del grasso presente nella zona trattata.
Come funziona? Si mette a contatto con la cute un gel alcolico e si copre con un panno in tessuto-non tessuto . A questo punto si prende il manipolo a forma di campana, si spinge sul panno e si aziona la macchina. Per un’azione vacum si aspira la plica di grasso fino al completo riempimento della campana. Previo riscaldamento fino a 42° la temperatura comincia a scendere fino a -5° per la durata di 50 min. Si percepisce una sensazione di freddo ma non eccessivo. Terminato il trattamento, la zona risulterà leggermente indolenzita e arrossata per circa 30 min.
Questo trattamento fa dimagrire? No ma a parità di peso si riduce il volume.
Può bruciare la pelle? No perché si utilizzano delle precauzioni.

E’ una tecnica in base alla quale un laser a bassa frequenza penetra attraverso la pelle fino alle cellule adipose, le stimola a liberare il grasso contenuto all’interno, senza danneggiarle. Durante il trattamento si sta sdraiati su un lettino e sulle zone da trattare si posizionano delle placche che emettono una luce laser  per un tempo di 20-30 min. Il massimo effetto si ottiene con 10 a distanza di 48-72 ore una dall’altra. Questo trattamento può essere effettuato in qualsiasi periodo dell’anno, è indolore, non invasivo e subito dopo la seduta si può riprendere la propria attività. E’ consigliata una leggera attività sportiva dopo la seduta come anche una camminata di ½ ora a passo veloce.
Cosa si sente durante la seduta? Solo un leggero calore.
Fa dimagrire? No ma riduce le adiposità localizzate.
Ci sono controindicazioni? Sì. Soltanto in presenza di pace-maker e gravidanza.

Utilizzo della CO2 medicale a scopo terapeutico ed estetico. Viene somministrata per via sottocutanea  con un ago sottile. E’ una tecnica utile per:
-gambe gonfie
-ulcere varicose e diabetiche
-cellulite
-m. di Raynaud
-psoriasi
-invecchiamento cutaneo
-adiposità localizzate
Le sedute sono settimanali e durano circa un’ora.
E’ un trattamento doloroso? No, Inizialmente si avverte un pò di bruciore sulla parte dove è inserito l’ago, che passa dopo qualche secondo. Il dolore si ha quando si immette gas ad una velocità che supera i 30 ml/min. Si ha la sensazione di arto pesante e gonfio che scompare dopo pochi minuti.
C’è il rischio di embolia? Assolutamente no. Nel caso in cui inavvertitamente si dovesse prendere un vaso non si ha embolia, in quanto la CO2  è già presente nel sangue venoso.
Quali parti del corpo si possono trattare oltre le gambe?  Si può trattare il viso collo e decoltè, braccia e mani, pancia e fianchi e casi di alopecia.

La crescita fisiologica del pelo attraversa 3 fasi:
fase anagen o di crescita
fase catagen di involuzione e
fase telogen di inattività
E’ chiaro che l’epilazione a mezzo laser può avvenire solamente in fase anagen, in quanto il pelo maturo costituisce un ottimo bersaglio. Attraverso l’impulso laser, l’energia viene attratta dal fusto del pelo e viene veicolata in modo da raggiungere il bulbo pilifero e farlo implodere. Ciò comporta una riduzione progressiva del numero dei peli, ed anche se non si può parlare di epilazione definitiva, si può determinare una epilazione che perdura a lungo nel tempo.
Si può prendere il sole dopo la seduta di laser? E’ meglio di no perché la pelle si può macchiare.
Quante sedute si fanno? In genere, si prevedono 2-3 sedute più ravvicinate di almeno 30-40 giorni. Successivamente, si ripeterà questo ciclo alla comparsa dei peli che non erano presenti al momento delle prime sedute. Il trattamento è comunque personalizzato. In media, dopo 6-8 sedute, si riesce ad eliminare l’80% dei peli nelle zone trattate.
I risultati ottenuti si mantengono? Si, però bisogna rispettare un programma di mantenimento variabile da caso a caso.
Tra un trattamento e l’altro si può fare la ceretta? No, si deve utilizzare solo il rasoio, in maniera che i peli che fuoriescono dai follicoli siano appena evidenti sul piano cutaneo sia del corpo che del viso.
E’ efficace anche sulla peluria o sui peli biondi? No non è efficace per entrambi i casi.

Il termine iperidrosi significa eccessiva produzione d’acqua. In campo medico sta a significare eccessiva sudorazione. Quando si manifesta a livello ascellare e delle mani può essere trattata con successo mediante la somministrazione di tossina botulinica direttamente nella zona che presenta il problema. Il trattamento può essere ripetuto dopo 6 mesi ma di solito viene effettuato ogni anno in occasione dei mesi estivi. Non è un trattamento definitivo ma temporaneo. Il trattamento definitivo è soltanto chirurgico.
Il trattamento è doloroso? Un lieve fastidio alleviato dall’applicazione di una crema anestetica prima del trattamento.
Al termine dei 6 mesi la sudorazione torna come all’inizio? Si, il trattamento è completamente reversibile.
Quindi la sudorazione non aumenta una volta finita l’azione del farmaco iniettato? Assolutamente no. Tutto torna al punto di partenza perchè non è un trattamento  definitivo.

Richiedi un appuntamento